BAIL-IN

bail-in-prelievo-forzoso-fallimento-banca

 Ma che cos’è il Bail In?

E’ un termine anglosassone che gli italiani dovranno da gennaio 2016 imparare a conoscere – e temere – per i prossimi anni a venire, ovvero il prelievo forzoso del tuo conto corrente.

E’ Legale portar i soldi all’estero per sfuggire al Bail IN?

Certamente, chiunque detiene del Danaro in una banca Europea ha tutto il diritto di portare denaro all’estero, sia in Europa che nel resto del mondo, l’importante é dichiararlo; ci sono 3 modi per portare denaro all’estero:

  • Portare denaro fisico in contanti con sé, quando si va all’estero ( ma sopra i 10.000 euro, va dichiarato in dogana)
  • Spedire denaro fisico in contanti. ( vale sempre la regola che va dichiarato a chi si spedisce in caso si superino i 10 mila euro, altrimenti si può incappare in pesanti sanzioni).
  • Fare un bonifico o un’altra operazione di trasferimento danaro all’estero tramite banca. In questo caso i soldi saranno tracciati automaticamente, come dice la legge.

Portare denaro in una delle tante banche dei paesi UE non ha grande senso, visto che tutti i paesi UE presto o tardi avranno tutti la stessa legislazione sul bail-in con in Italia, ma ha invece senso portare il danaro in stati dove il Bail In /prelievo forzoso non può arrivare.

Ma come funziona il trasferimento di danaro verso l’estero?

Come dicevamo, possiamo portare fuori Italia i soldi che vogliamo, l’importante è che se compriamo titoli , questi li mettiamo nel Nostro 730.

Basta aprire un conto corrente presso una banca all’estero e dall’Italia potremmo iniziare a fare versamenti.

Si può usare anche il canale di trasferimento usato da tanti migranti, circuiti come Western Union , che permettono, previa registrazione, di trasferire denaro in un altro paese.

Usarlo è semplicissimo: ci si iscrive al loro servizio, si spediscono soldi a Caio, il quale Caio dovrà recarsi presso il locale ufficio della Western Union munito del codice segreto identificativo con il quale potrà ritirare i soldi. Ovviamente bisognerà trovare l’azienda che offre il servizio migliore a costi più contenuti ( a volte possono essere veramente alti)

Un altra via, che i molti stanno percorrendo,  è appoggiarti ad una Banca locale in Serbia e aprire o un conto corrente che puoi gestire anche online o aprire un conto deposito che ti mette al riparo dal prelievo forzoso e ti da la possiblità di incassare un interesse pari al 7% annuo.

Se desideri proteggere il tuo Patrimonio dal Prelievo Forzoso / Bail-In e aprire un conto in un paese sicuro fuori dall’Europa contattaci subito.

 

 

Compila il mio modulo online .
Utilizzare i modelli di Wufoo per rendere i propri moduli HTML.

Leave a Reply